Fitboxe a Sassuolo e Castellarano

Fitboxe

Fit Boxe è la disciplina fitness che parte da un programma di allenamento pre-coreografato che fonde insieme le tecniche e i colpi provenienti da differenti arti marziali, adattandoli al mondo del fitness. Eí innovativo, coinvolgente e soprattutto Ë semplice, quindi adatto a tutti: la corrispondenza tra gli effetti sonori e le tecniche da eseguire rendono questo allenamento adatto a tutti: uomini, donne, ragazzi e persone pi˘ adulte. Una delle più grandi innovazioni portate dalla fit boxe consiste infatti nel suo avere aperto al mondo femminile líuniverso delle arti marziali, e al maschile quello dellíaerobica.


Zumba a Sassuolo e Castellarano

Zumba

Zumba è una lezione di fitness di gruppo che utilizza i ritmi e i movimenti della musica afro-cubana e i movimenti tradizionali dell'aerobica. Le musiche e le coreografie hanno lo scopo principale di divertire. Le coreografie sono create appositamente per fornire un lavoro di alta intensit‡ cardio-vascolare e un'alta dose di tonificazione su gambe e glutei. La zumba è una disciplina in continua evoluzione. Alla fine della lezione viene svolto un defaticamento che serve a rilassare e ad allungare i muscoli. negli ultimi anni inizia a trarre ispirazione anche dalla musica pop-commerciale, hip-hop, soca, samba, salsa, merengue, mambo, reggaeton.


Crossfit a Sassuolo e Castellarano

Crossfit

Il crossfit Ë un programma di allenamento che punta al rafforzamento fisico. Eí stato creato nel 2000 da Greg Glassman e Lauren Jenai. Gli esercizi di crossfit puntano soprattutto a potenziare e definire i muscoli. Scopriamo quali sono i benefici e gli esercizi tipo del crossfit. Le origini del crossfit possono essere rintracciate gi‡ negli anni Settanta, ma Ë negli anni Novanta che il metodo inizia a prendere davvero forma, fino alla nascita del marchio e della societ‡ Crossfit Inc in California. Il metodo crossfit nellíultimo decennio si Ë diffuso in Italia soprattutto nell'ultimo decennio dopo essere stato importato dagli Stati Uniti. Il crossfit si basa su variet‡ degli esercizi, alta intensit‡ e movimenti funzionali. Comprendiamo meglio quali sono gli esercizi tipo del crossfit. Crossfit: i benefici Quali sono i principali benefici del crossfit? Innanzitutto il crossfit contribuisce a sviluppare la resistenza cardiorespiratoria, cioË l'abilit‡ dei sistemi del corpo di raggruppare, elaborare e fornire ossigeno. Nel crossfit si sviluppa anche la resistenza muscolare, che viene definita come l'abilit‡ dei sistemi del corpo di elaborare, fornire, immagazzinare e utilizzare energia. Un altro punto molto importante nel crossfit Ë la forza: il crossfit tonifica e definisce i muscoli, ne aumentandone proprio la forza e la potenza. Chi segue un programma di allenamento crossfit sviluppa velocit‡, coordinazione, agilit‡, equilibrio e precisione nel movimento, cioË l'abilit‡ di controllare un movimento in una direzione o a un'intensit‡ specifica. Nel crossfit si possono scegliere diversi livelli di allenamento in base al numero di ripetizione degli esercizi e a seconda delle attivit‡ stesse. Il crossfit infatti prevede sia esercizi a corpo libero, pi˘ semplici per chi inizia, sia esercizi che richiedono di utilizzare degli attrezzi e di sollevare pesi. Per gli esercizi con gli attrezzi Ë sempre meglio non improvvisare e seguire le indicazioni di un istruttore in palestra, mentre a casa possiamo provare ad eseguire degli esercizi a corpo libero come gli squat.


corsi di yoga a Sassuolo e Castellarano

Hatha Yoga

Lo Hatha Yoga Ë una forma di Yoga basato su una serie di esercizi psicofisici di origini antichissime, originati nelle scuole iniziatiche dell'India e del Tibet. BenchÈ sviluppatosi in tempi antichissimi all'interno del subcontinente indiano, dove la religione predominante era quella induista, la pratica dello yoga non Ë una pratica religiosa, nÈ parte della religione induista, per questo ad oggi molto praticato anche in occidente e varie altre aree del mondo da persone di svariate religioni e provenienze sociali ed etniche. Caratteristiche Lo Hatha Yoga insegna a dominare l'energia cosmica presente nell'uomo, manifesta come respiro, e quindi a conseguire un sicuro controllo della cosa pi˘ instabile e mobile che si possa immaginare, ossia la mente, sempre irrequieta, sempre pronta a distrarsi e a divagare. In tal maniera lo yoga, influendo insieme sulla vita psichica e su quella fisica dell'individuo, che del resto pensa strettamente congiunte, si propone di compiere una revulsione immediata dal piano dell'esperienza quotidiana, umana e terrena, e di attuare con grande prontezza il possesso della pi˘ alta beatitudine. Ecco perchÈ lo Hatha Yoga Ë anche chiamato "la via celere".


Pilates a Sassuolo e Castellarano

Pilates

un programma di esercizi che si concentra sui muscoli posturali, essenziali a fornire supporto alla colonna vertebrale. Il metodo Ë indicato anche nel campo della rieducazione posturale. Gli esercizi fanno acquisire consapevolezza del respiro e dellíallineamento della colonna vertebrale rinforzando i muscoli del piano profondo del tronco,Il punto cardine del metodo Ë la tonificazione e il rinforzo del Power House, cioè tutti i muscoli connessi al tronco: l'addome, i glutei, gli adduttori e la zona lombare. Gli esercizi che si eseguono sul tappetino (Pilates Mat Work) devono essere fluidi e perfettamente eseguiti, devono inoltre essere abbinati ad una corretta respirazione. PERCH» FARE PILATES Migliora la postura Attenua i dolori muscolo/scheletrici Migliora la forza e la resistenza Previene líosteoporosi Diminuisce lo stress e aiuta a rilassarsi Migliora la coordinazione e líequilibrio Migliora líelasticit‡ muscolare


Corso di Total body a Sassuolo e Castellarano

Total Body

total body workout,L'allenamento per tutto il corpo. Ed effettivamente questa attivit‡ fisica mantiene quello che promette, perchè consente di tonificare tutti i muscoli principali (di addome, glutei, spalle, braccia e gambe), ma anche di smaltire i chili di troppo, migliorare il coordinamento e líequilibrio, allenare il fiato e mantenere il cuore in salute. STEP, PALLE MEDICHE, ELASTICI E MANUBRI Il grande vantaggio del total body workout Ë proprio la sua completezza: con una lunga serie di esercizi concatenati il corpo si allena in armonia. PuÚ essere svolto a intensit‡ variabili, con o senza líaiuto di pesi, oppure con attrezzi come lo step, le palle mediche, i manubri o gli elastici. ´La frequenza ideale Ë di tre lezioni in palestra di uníora la settimana, lasciando sempre almeno un giorno di riposo tra una e líaltraª, dice la trainer Viviana Ghizzardi. Niente vieta di fare gli esercizi in casa propria, ma sarebbe utile prima impararli da un istruttore. LE TRE FASI DELLA LEZIONE TIPO La tipica lezione di total body workout si svolge cosÏ. Riscaldamento (circa dieci minuti): si comincia con una marcia sul posto cui si aggiungono rotazioni delle spalle; poi si fanno passi laterali alternati con apertura sincronizzata delle braccia allíaltezza delle spalle; si finisce con saltelli sul posto, sollevando in modo alterno le ginocchia verso il petto. Allenamento (circa 40 minuti): si susseguono serie di esercizi per allenare le gambe, le braccia, líaddome e i muscoli dorsali. Rilassamento (circa dieci minuti): si fanno esercizi di stretching dando particolare enfasi allíallungamento dei muscoli pi˘ sollecitati dagli esercizi della giornata.


Corsi di Pump Sassuolo e Castellarano

Pump

L'idea fu del neozelandese Philip Mills che, nei primi anni novanta, pensÚ di utilizzare un bilanciere in sala fitness lavorando a tempo di musica. Egli brevettÚ, sempre negli stessi anni, l'attivit‡ da lui inventata con il nome di Body pump e la diffuse nel mondo vendendo tale programma in franchising con annesse le coreografie preconfezionate e la possibilit‡ di utilizzarle. Questo metodo Ë stato dunque sviluppato in Nuova Zelanda da un gruppo di studio che realizza le combinazioni, sceglie le musiche ed invia le cassette a coloro che hanno aderito al franchising. Tale business non trova perÚ un buon mercato in Italia dove i gestori delle palestre stentano ad aggregarsi a quella che, in breve tempo, diventa "Les Mills International" riscuotendo grande successo in tutto il mondo. L'esigenza di questa attivit‡ Ë comunque fortemente sentita anche nella nostra penisola e, appoggiandosi ai maestri che cominciano a svolgere questo gruppo anche in Italia, sono nati i vari programmi di "Top pump", "Body pump", "Cardio pump" "Power pump" etc... tutti ispirati all'attivit‡ proposta dal Mills. pumpIl termine pump letteralmente significa pompa ma questo non ci aiuta per nulla a capire di cosa si tratta; in realt‡ per arrivare a un significato pi˘ esaustivo del termine, dobbiamo fare riferimento a una sperimentazione che ha portato a formulare un'interessante teoria (Jones, in Poliquin 1998). In particolare si notÚ che due individui con carico massimale misurato identico, potessero esprimere accentuate differenze, quando si trattava di forzare una serie ad esaurimento con lo stesso carico sub massimale. Successive prove di analisi evidenziarono che tali differenze erano determinate dal tipo di fibre muscolari degli atleti. In particolare i soggetti che riuscivano a fare pi˘ ripetizioni presentavano una muscolatura pi˘ ricca di fibre muscolari di tipo 1 o lente che evidenziano una notevole resistenza alla fatica e basso tono (Bisciotti 2000). Viceversa gli altri individui erano caratterizzati da fibre di tipo 2 o veloci: grande esplosivit‡, poca resistenza, buon tono. Causa queste differenze, i primi individui vennero denominati con il termine di pumper, i secondi con quello di pusher. Da qui si evince il significato del termine pump che si riferisce infatti a un allenamento che va ad incidere e lavorare principalmente sulle fasce muscolari di tipo lento o resistente, con pompaggio dei muscoli. Essi si riempiono di sangue (effetto pompa), causa sforzo prolungato, con conseguente esaurimento delle riserve di glicogeno muscolare, nutrienti ed ossigeno. Questo allenamento porta dunque a un'ipertrofia muscolare non tanto dovuta a un aumento della massa muscolare in sË ma ad un aumento dei liquidi intracellulari e alla duplicazione dei mitocondri. Si puÚ estrapolare inoltre che nel pump avranno pi˘ successo allievi pumper perchÈ pi˘ adatti a sforzi prolungati con carichi sub massimali anche se, con l'allenamento sulla resistenza, le fibre muscolari di tipo veloce possono trasformarsi in lente e dunque, atleti pusher, avranno margini di miglioramento pi˘ ampi pur partendo da una posizione svantaggiata (Cometti 1988). Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/allenamento/pump.html

Hai bisogno di maggiori informazioni ? Contattaci